Info generali

  • Capitale: Astana
  • Nome ufficiale: Repubblica del Kazakhstan
  • Lingue ufficiali: Kazako e Russo
  • Popolazione: 16.402.861
  • Superficie: 2.724.900 km²
  • Valuta: Tenge (KZT)
  • Fuso orario: UTC da +5 a +6
  • Documenti I viaggiatori di nazionalità italiana, così come quelli della maggior parte dei paesi, devono essere muniti di visto d'ingresso, che è consigliabile richiedere prima della partenza, anche se in casi particolari i visti possono essere rilasciati sia all'aeroporto sia alla frontiera terrestre, sempre previa autorizzazione Ministero degli Affari Esteri della Repubblica del Kazakistan. Il visto, a seconda della tipologia consente un soggiorno che varia da 30 giorni a un anno. Fra i documenti da presentare ricordiamo che il passaporto dovrà essere valido per almeno sei mesi dopo la scadenza del visto. Per maggiori informazioni sui tempi, costi e procedure di rilascio dei visti contattate la sezione consolare dell'Ambasciata del Kazakistan in Italia (tel. 06 3630 8476; fax 06 3629 2612; kazakstan.emb@agora.it; www.embkaz.it; Via Cassia 471, 00189 Roma).
  • Quando andare e clima: Le estati sono terribilmente calde e gli inverni molto freddi, quindi la primavera (da aprile a giugno) e l'autunno (da settembre a novembre) sono le migliori stagioni per visitare il Kazakistan. In aprile il deserto fiorisce per un breve periodo e il monotono territorio color ocra si colora di rosso, arancione e giallo. L'autunno è il periodo del raccolto, quando i banchi dei mercati sono carichi di frutta. Se decidete di lottare contro l'inverno ricordatevi che in questa stagione molti voli interni vengono sospesi e che trovare da mangiare rischia di essere un problema, visto che diversi ristoranti chiudono i battenti.


ASTANA

Situata nella zona settentrionale del Kazakistan, Astana è una modernissima città di oltre seicentomila abitanti che sorge solitaria nel mezzo della steppa. Fino agli anni Novanta non era altro che una tranquilla cittadina di provincia, ma in seguito alla dissoluzione dell'Unione Sovietica fu scelta, nel 1994, come capitale amministrativa  del paese. Caratterizzata da architetture fantasiose e  avveniristiche

 

ALMATY

Almaty è la città più popolosa del Kazakistan. Situata sulle pendici dei monti Trans-Ili Alatau, presso la frontiera con il Kirghizistan, fu la capitale dello stato fino al 1998.  Il nome Almaty significa "Città dei frutteti”diffusi nelle vicine colline. Si possono ammirare spledndidi parchi, con splendide fontane illuminate, rafinate cattedrali ortodosse musei, teatri e mercati ... inoltre è una comoda base di partenza per escursioni a piedi in montagna e per le vicine stazioni sciistiche.

 

PARCO NAZIONALE DI ALTYN-EMEL

 Questo vasto parco nazionale, nella parte sud orientale del paese,   è famoso per il fenomeno delle cosiddette “dune cantanti ”,  in quanto  si può ascoltare un ronzio simile al motore di un aereo con  vento e clima secco. Gli amanti dell’archeologia potranno osservare  i petroglifi ( iscrizioni rupestri) e tumuli funerari, in una delle principali necropoli di cultura scita esistenti al mondo. Numerosa e originale anche la fauna presente, come  la rara gazzella dal gozzo, le pecore argali,  asini e cavalli selvatici.

 

IL CHARYN CANYON

Il Charyn Canyon nell’omonimo parco nazionale , si trova a  circa 215 km a est di Almaty. Il fiume Charin nei millenni ha scavato una  profonda gola, chiamata Valle dei Castelli, formata da rocce scolpite in forme strane e suggestive.

 

TAMGALY

 E' un sito archeologico che si trova circa 170 chilometri a nordovest di Almaty, noto per le sue incisioni rupestri, risalgono per la maggior parte all'età del bronzo; alcune di esse sono però state ricoperte da incisioni di epoca medievale o successiva.

 

LAGO BALHASH

lago Balqaš è il secondo per estensione dell'Asia centrale. Si sta prosciugando a causa della deviazione delle acque dei fiumi che lo alimentano. È  un tipico lago di steppa poco profondo e con superficie variabile; una strozzatura centrale lo divide in due bacini minori, uno occidentale, con acque dolci, e uno orientale con acque salate

LAGHI DI KOLSAY

Tre incantevoli laghi di montagna si susseguono lungo il corso del fiume  Kolskai tra le ripide e boscose colline dell'Alatau. È possibile raggiungerli attraverso sentieri.

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

TURKISTAN

È una città nella regione meridionale del Kazakistan. Sotto la guida del santo Khoja Ahmad Yasav, nato qui alla fine dell'XI secolo , la città divenne il centro accademico più importante per i popoli delle steppe kazake. Negli anni '90 del XIV secolo  fece erigere una magnifica cupola, chiamata Mazar o Mausoleo, che è senza alcun dubbio il monumento architettonico più significativo di tutto il Kazakistan. Nel 2005 il mausoleo di Khoja Ahmed Yasawi ,nominato “la seconda mecca dell’Oriente” ,è stato inserito nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Altri importanti siti storici comprendono un bagno termale medioevale e altri quattro mausolei, uno della nipote di Tamerlano e tre di vari khan kazaki.

OTRAR

Ruderi di una celebre città  abbandonata dell'Asia centrale, saccheggiata dalle orde mongole  dei Gengis Khan . E' caratterizzata dall'Arg, la tipica fortezza dell'Asia centrale,  e da laboratori una volta un centro di produzione della ceramica. 

TARAZ

Fondata agli inizi della nostra era sulle terre fertili irrigate dal fiume Talas. Dal XII secolo Taraz divenne un centro economico, culturale e politico. Al momento della invasione delle truppe di Gengis Khan nel 1220, raggiunse una notevole prosperità, ma i mongoli successivamente la rasero quasi al suolo.

QYZYLORDA

La città di Qyzyl-orda («Capitale Rossa») è stata la capitale della Repubblica Socialista Sovietica Kazaka dal 1925 al 1927. Si trova sulle rive del fiume Syr-Darya, che sfocia nel Lago d'Aral.  Roccaforte di frontiera all'epoca delle guerre zariste

SHYMKENT

Vivace città del kazakistan meridionale , animata da molti bazaar. Durante il "navruz" , il capodanno islamico, coincidente con l'equinozio di primavera, è sede di uno dei prinicipali  festival equestri dell'Asia

REGIONE DEL MENGISTAU

La pietrosa regione orientale, con capoluogo Aktau, porto sul Mar Caspio, è caratterizzata da un deserto pietroso un tempo attraversato da un ramo della "via della seta". Tuttora poco esplorata e assolutamente non turisticizzata conserva originali sacri siti rupestri, come le moschee sotterranee, necropoli e santuari sufi . E' possibile organizzare escursioni in 4x4 sino al santuario di Beket-Ata di due giorni partendo da Aktau

PETROPAVLOSK

Nel nord del paese , fa parte della porzione siberiana del Kazakistan. Abitata prevalentemente da popolazione di etnia russa , sorse infatti come avanposto russo nel 1750 , conserva caratteristiche architettoniche di epoca zarista

KARAGANDA

Città mineraria nata con l'istituzione dei campi di lavoro di epoca stalinista, è la base per escursioni nei Monti Kyzilaray e altre remote zone nella vastità della steppa

SEMEY (SEMIPALATINSK)

Il Poligono nucleare di Semipalatinsk  era un'area dell'Unione Sovietica adibita a test di armi nucleari, ed  è stato in funzione a partire dalla fine degli anni quaranta fino alla dissoluzione dell'Unione Sovietica.  Vanta un ricco patrimonio culturale, avendo tra l'altro ospitato Dostoevski in esilio 

COSMODROMO DI BAIJKONUR

A 320 km dalla  omonima città,  è la più vecchia base di lancio spaziale del mondo, sin dal lanco dello Sputnik 1 ; affittata dalla Russia è utilizzata anche dall 'ESA l'agenzia spaziale europea

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine